Daimler inaugura la seconda fabbrica di batterie

La seconda fabbrica di batterie per veicoli elettrici è stata inaugurata stamane da Daimler alla presenza della Cancelliera Angela Merkel e del Ministro Presidente della Sassonia StanislawTillich. In totale, il gruppo tedesco ha investito un miliardo di euro per la produzione di batterie a livello globale. 

Continua a ritmo serrato l’offensiva di Mercedes-Benz verso la mobilità elettrica. Parte del progetto di più ampio respiro CASE – Connected, Autonomous, Shared & Services ed Electric – l’inaugurazione di un nuovo impianto tedesco per la produzione di batterie destinate alle vetture elettriche del Gruppo rappresenta il più forte segnale che la mobilità elettrica è praticamente dietro l’angolo per Daimler.

Inaugurazione in pompa magna

La cerimonia di inaugurazione della seconda fabbrica per batterie agli ioni di Litio è avvenuta presso lo stabilimento ACCUMOTIVE di Kamenz, alla presenza delle più alte cariche dello stato, tra cui la Cancelliera Angela Merkel e il Presidente Ministro della Sassonia Stanislaw Tillich. A fare gli onori di casa Dieter Zetsche (CEO di Daimler AG e Capo di Mercedes-Benz), insieme a Markus Schäfer (Responsabile della Produzione), Frank Deiss (Capo della divisione motori) e Frank Blome (Managing Director Deutsche Accumotive, azienda di proprietà Daimler).

In attesa dei primi modelli

Una seconda fabbrica di batterie, frutto di un investimento complessivo da oltre un miliardo di euro, rappresenta l’ultimo passo prima dell’offensiva di prodotto che vedrà il debutto di diverse auto elettriche e ibride plug-in a partire dalla fine di quest’anno. Le più vicine? La variante ibrida plug-in della nuova Mercedes Classe S (S550 e), un SUV a idrogeno su base GLC e il SUV a zero emissioni anticipato dal concept Generation EQ, atteso per il 2018.