Taylor Swift fa pace con l’industria dello streaming musicale

Verso la fine del 2014 Taylor Swift scompariva ufficialmente da tutti i servizi di streaming musicale. Ma ci sono buone notizie per i fan: l’embargo è finito qualche ora fa. L’intero catalogo musicale della famosissima popstar è disponibile su “tutti i servizi di streaming”; Swift ha spiegato che il cambio di rotta è una celebrazione della vendita di 10 milioni di copie del suo album “1989” in tutto il mondo e la certificazione della RIAA dell’ascolto in streaming e download digitale di oltre 100 milioni di canzoni.

Taylor Swift si era molto lamentata negli scorsi anni dei bassi profitti che derivano dai servizi di streaming online. Essendo ad oggi una delle musiciste più ricche al mondo, con un patrimonio netto stimato in circa 280 milioni di dollari e un fatturato, nel solo 2016, di ben 170 milioni di dollari, deve aver deciso di potersi permettere un po’ di “beneficenza”.